Cosa facciamo

Il progetto principale della nostra associazione riguarda il sostegno allo studio di ragazzi con difficoltà economiche attraverso la fornitura gratuita (da noi curata direttamente) del corredo scolastico ad inizio anno e la sua integrazione in itinere con il materiale necessario. I bambini e ragazzi sono inviati in primis dai Servizi Sociali ma anche da parrocchie, centri educativi, dalla scuola e da altre associazioni di volontariato con le quali siamo in rete. Il magazzino e il locale di distribuzione – la nostra “cartoleria solidale”- sono attualmente ospitati presso due locali messi gratuitamente a disposizione dall’Istituto Don Bosco di Pordenone.

scarica il bilancio sociale

Perché una “Cartoleria Solidale”?

IMG-20150907-WA0002A causa della crisi occupazionale molte famiglie hanno difficoltà a  pagare un corredo scolastico con lo zaino, il grembiulino, il diario e un buon astuccio, la cancelleria, i quaderni, i materiali per musica, arte e tecnologia, ed infine i materiali specifici per le varie scuole superiori: per i loro figli il diritto allo studio non è completamente garantito e, spesso, a questa mancanza di opportunità si aggiunge anche disagio e imbarazzo.

Aiutare questi bambini e ragazzi significa dare un’opportunità di equità e di crescita, e per queste famiglie aprire una dimensione di speranza che permette di non “sentirsi soli” e che aiuta a continuare a lottare per il proprio futuro. Siamo inoltre convinti che l’inclusione scolastica costituisca una delle più potenti armi di prevenzione nei confronti della marginalità sociale. Anche per questo non ci limitiamo a consegnare ai ragazzi ciò di cui hanno bisogno per frequentare dignitosamente la scuola: alla base della nostra attività è infatti di fondamentale importanza la costruzione di una circoscritta ma significativa relazione con le famiglie e i ragazzi, imperniata sull’accoglienza, il reciproco riconoscimento e rispetto e la responsabilizzazione. Quindi li conosciamo tutti personalmente, con ognuno di loro c’è una qualche forma di scambio e dialogo e ogni incontro è un momento di arricchimento reciproco di conoscenza della loro vita, delle loro paure e aspettative in un clima di rispetto e discrezione, ma anche di allegria e vivacità che spesso coinvolge anche le famiglie.

Dalla nostra fondazione abbiamo fornito più di 600 corredi scolastici a studenti del nostro territorio, di cui 215 nel corrente anno 2016/2017 

trovi qui i dati del 2016/2017

trovi qui  alcune immagini del progetto

La collaborazione con la rete e la filiera della solidarietà

con gli amici di Mondo Tuareg Onlus

con gli amici di Mondo Tuareg Onlus

Siamo convinti che insieme si possano fare grandi cose. Collaboriamo quindi con altre Associazioni e con gli Enti Pubblici locali per agire in modo efficace e strutturato sul nostro territorio. Quando possibile, cerchiamo  di portare un contributo solidale laddove manca anche l’essenziale, attraverso la collaborazione con Associazioni che ci garantiscono che l’aiuto arrivi direttamente ai bambini e ragazzi che ne hanno bisogno.  In modo particolare, collaboriamo con la onlus Mondo Tuareg per la fornitura annuale del materiale scolastico agli 80 bambini della scuola di Tessouma, nel deserto del Niger, da loro ristrutturata.

Cerchiamo anche di intercettare  le necessità di famiglie in difficoltà momentanea poiché, sfortunatamente, il più delle volte si vergognano di farlo sapere. Per questo motivo, oltre alla collaborazione con i servizi sociali,  ci impegniamo ad  instaurare delle interazioni meno “formali” con insegnanti, educatori, o altre persone che possono venire a conoscenza di situazioni di bisogno e possono segnalarle con discrezione.

Alcune note che ci caratterizzano

Il progetto “cartoleria solidale”, per scelta unanime dell’assemblea, non riceve né richiede finanziamenti pubblici ( a parte il 5 x 1000, liberamente scelto da chi desidera destinarcelo) e valorizza invece la solidarietà volontaria di altre famiglie, singole persone, istituzioni e aziende private.  Ci autofinanziamo anche attraverso la vendita, nel corso di eventi o mercatini, di manufatti prodotti dai volontari dell’associazione.

L’associazione ha costi di gestione bassissimi: il magazzino del materiale e il locale di distribuzione sono messi a disposizione dall’Istituto Don Bosco di Pordenone che sostiene anche i costi delle utenze, l’arredo è di recupero ma sobrio e dignitoso, nessun volontario chiede rimborsi spesa. Quindi tutto il budget è impegnato per le necessità dei ragazzi. Cerchiamo inoltre di ottimizzare le risorse attraverso una politica di acquisto proattiva mirata a cogliere occasioni e svendite durante l’anno; inoltre possiamo contare su alcuni fornitori solidali che non esitano a metterci a disposizione materiali di stock a prezzi vantaggiosi.

lo stand dei grembiulini

lo stand dei grembiulini

In questo progetto, l’attenzione verso l’ambiente si esprime attraverso il recupero e riuso di materiale usato, soprattutto i “beni durevoli” come grembiulini, zaini, astucci, scarpe da ginnastica ancora in buono stato che vengono ulteriormente rimessi a nuovo prima di essere distribuiti, e questo per promuovere l’idea che il riuso non è triste e tantomeno un ripiego. Allo stesso modo si valorizzano “risorse nascoste” nei fondi di magazzino, nelle sovrapproduzioni e nei materiali non più commerciabili che, in modo creativo e mirato, possono essere destinati ad un uso migliore. Viene inoltre costantemente raccomandato ai ragazzi e alle loro famiglie la necessità di non sprecare, di non richiedere più del necessario e di aver cura dei materiali ricevuti, secondo lo spirito di un consumo sostenibile e rispettoso delle risorse collettive, in primis quelle ambientali. Le famiglie stesse sono invitate a riportare alla cartoleria quanto hanno già utilizzato e può essere utile per altri (es: i grembiulini passati di misura, o gli zaini non più adatti all’età)